Confusione

Confusione, confusioneeee, mi dispiace….
se sei figlia della solita illusione e se fai confusione,
confusioneeeeee……….

Prendo spunto da questo brano di Battisti per guardarmi un pò attorno, per vedere la realtà che mi circonda, così com’è, immersa in un caos ciclopico. Il mondo macina secondi, ore, giorni, ere, non si ferma e trascina tutto e tutti. 

C’è chi è a dieta, chi a fame e la ragione la trova nel tegame. C’è il colpevole innocente, la Tortora, il montone e l’ingiusta detenzione. Ci sono i presuli, i bambini, il dolore e la vergogna sull’altare d’indossare l’abito talare. C’è il fato e il Fatto, anche Quotidiano, l’Unità della Repubblica, il Giornale presunto Libero. C’è il denaro ma non il Capitale. C’è lo spread a vigilare. C’è il mercato globale, il lavoro interinale e la salsiccia di maiale. C’è la grulla intellighenzia, lo pseudo statista e la bella stagista. C’è il Priapo comunista. C’è la folla, rumorosa e inconcludente, arringata dal filosofo sapiente. Si ode la erre moscia di un camaleonte ! Lui si che dai salotti più importanti distribuisce la ricchezza a tutti quanti. C’è il bavoso e naturale delinquente. C’è la morte, chi la cerca e chi la fugge. C’è il petrolio, l’oro e la finanza. La certezza del futuro nella calza; la befana, le stagioni e vitalizi di milioni. Le pensioni, i sindacati, la delusione dei crociati. Le mignotte e i mignottoni, piselli, fave e cetrioli. La provetta e il DNA, chi ha i baffi ed è mammà. C’è l’aborto, la norma, la morale e il diritto naturale. La sfera che gira intorno, come questo pazzo mondo. C’è guerra, morte e disperazione, sorrisi gioia e la speranza in un futuro migliore. C’è anche la soluzione a tutta questa confusione, se credi in questo o quel Signore. Tu prega o recita, tanto non cambia niente, se la morte e li, felice che ti attende.

Confusione, confusioneeee, mi dispiace….
se sei figlia della solita illusione e se fai confusione,
confusioneeeeee……….